Bjork e l’Utopia dell’Arca perduta la recensione

 

Gli Sugarcubes si sciolgono nel 1992, Bjork però non se ne fa un cruccio ma anzi, l’anno dopo pubblica il suo primo disco solista “Debut” avvalendosi della preziosissima collaborazione di Nellee Hooper, uno dei più importanti produttori inglesi con il quale farà anche il secondo album.

Terminata la collaborazione con Hooper, Bjork affiderà le sue produzioni di volta in volta a produttori, dj quasi sempre diversi per ogni album.

Ma Bjork non si fermerà solo alla musica, perché già da “Post” l’artista islandese inizierà un percorso artistico che non si limiterà solo alla semplice produzione di dischi, la sua crescita artistica coprirà anche altri campi dell’arte, primo tra tutti la…
Leggi l’intero articolo su: http://www.princefaster.it/bjork-e-lutopia-dellarca-perduta-la-recensione/



Altri post che ti piaceranno:

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *